Quartiere Ebraico

Muranow, il quartiere Ebraico, si trova ad ovest della Città Vecchia ed è stato realizzato nel XVII secolo dall’architetto veneziano Giuseppe Bellotti. Il suo nome lo deve all’isola veneta di Murano e qui prima della seconda guerra mondiale abitava la più grande comunità ebraica d’Europa, seconda nel mondo solo a quella d New York, che contava circa 380 mila persone, il 30 per cento della popolazione complessiva di Varsavia. Poiché era un quartiere abitato dagli ebrei, nel 1940 i nazisti vi stabilirono il Grande Ghetto, isolato da un muro in mattoni alto 3 metri.

Il 19 aprile del 1943 i sopravvissuti, si parla di sole 50 mila persone, imbracciarono le armi e diedero vita ad una rivolta: il’insurrezione andò avanti per 3 settimane fino a quando gli aeri tedeschi rasero al suolo il ghetto.

Dopo la guerra vi è stato ricostruito un quartiere in stile sovietico definito “il paradiso della classe lavoratrice”.

Muro del ghetto

Il Muro del ghetto, alto 3 metri e ricoperto dal ferro spinato, si trova tra le case di ul. Sienna 55 e ul. Zlota 62 e in ul. Waliców.